Buongiorno a tutti, sono un geologo/GIS analyst e sto finendo un periodo di stage in una azienda di ingegneria informatica.
Mi è stato proposto di seguire e provare a portare avanti un progetto che riguarda l'utilizzo dei file NetCDF (Network Data Form comune, è un insieme di librerie software e di formati di dati che si auto-descrivono, macchine-indipendenti che supportano la creazione, l’accesso e la condivisione dei dati scientifici array-oriented) e il loro possibile utilizzo all'interno del GIS e di un progetto che riguarda la rete gas. Nello specifico il titolo sarebbe: multidimensionalità del dato geografico, componente real time GIS e trattamento delle sequenze spazio temporali nella gestione di asset tecnologici. Chiaramente ho iniziato a informarmi a riguardo l'utilizzo e le varie caratteristiche di questa tipologia di file.
Volevo fondamentalmente chiedervi se eravate a conoscenza di qualche metodologia, o avevate qualche idea a riguardo l'utilizzo e l'interazione di questi dati, immagini satellitari Landsat (che utilizzerò tramite ArcMap), feaure lineari (come una rete gas), e parametri come piovosità, geologia, nevosità e altri parametri ambientali che potrebbero risultare utili per il monitoraggio magari sia di determinati punti specifici presi a campione. Tutto ciò può essere penso inserito anche in un contesto che riguarda per esempio le stazioni ferroviarie (essendo anche quello un progetto nel quale sono stato inserito)...che ne pensate?
Vi ringrazio anticipatamente e spero di essere stato abbastanza chiaro, anche se magari non ho formulato benissimo la domanda.
Buona giornata e GRAZIE, Sandro


Edited by Sandro29 (02/02/2017 10:41)