Dopo venti anni mi hanno assegnato un contributo di 22.000€

La mia abitazione (seconda casa) fa parte di una UMI che però non verrà interessata a tutta la ricostruzione. In questo caso solo la mia. A conti fatti i 22.000€ dovrebbero bastare per geologi, ingegneri ed avvocati. L'avvocato serve perchè la mia casa ha un muro in comune che la tiene insieme al resto della UMI.
Quindi, dopo 20 anni, nel comune di Foligno, mi propongono di riparare la casa, finiture comprese ed obbligo di residenza, per darmi questa miseria che a mio avviso sono gli interessi di quello che mi avrebbero dovuto dare.
Il resto della UMI, che sta tutto a monte, quindi preme pericolosamente, per il momento, se l'avvocato lavora bene, verrà messo in sicurezza, con la promessa da parte dei responsabili del comune, che verrà sistemato (l'ultima promessa è di 20 anni fa!!!). Ma per il momento si tratta di un cumulo di macerie invaso da arbusti e rampicanti.

Sto seriamente pensando di rinunciare alla proprietà come previsto dalla legge. Soldi e fatiche dei miei genitori buttati. A questo punto purtroppo diventa conveniente.

Viva l'Italia!