Salve. Dopo tantissima incertezza, scoraggiamenti e ripensamenti (capendo anche che le cose non sono come da nomea), ho deciso che proseguirò gli studi specializzandomi in ambito energetico: farò domanda per il master's degree in geofisica presso il ETH di Zurigo e per geo-energy engineering presso l'università tecnica di Delft. Ho individuato i miei settori d'interesse: geotecnica, geologia applicata e geofisica, soprattutto in ambito energetico e di idrocarburi. Che vada a studiare geofisica o l'altra cosa, comunque strettamente collegata, voglio specializzarmi in ambito energetico combinando gli studi geotecnici applicati. A tal proposito, mi piacerebbe fare qualcosa di nuovo a riguardo e di cui non ho letto praticamente nulla in giro, a parte qualcosa in inglese: ossia diventare esperto in ambito estrattivo sia per quanto la ricerca di fonti e quindi gli studi geofisici/petrofisici, sia gli studi geotecnici atti a ricercare i metodi estrattivi più efficienti in questo senso. Qualcuno ha esperienza in questo ambito, è qualcosa di nuovo o c'è già. Ho domandato in un forum di geofisici americani, ma non ho ottenuto risposta ancora (quindi ho detto una minchiata oppure non è una nuova frontiera ed è una figura professionale che esiste da tempo).
Per quanto riguarda i guadagni in questo settore, magari anche facendo consulenza energetica o ambientale, come si è messi (sinceramente eh, perché nei forum di tutti i professionisti che giro dicono tutti che stanno male).