Filo diretto con i geologi italiani    
 
Non sei ancora iscritto ?
oggi è il compleanno di:
AngelaSindoni (40), Green rock (50)
Chi è Online
5 utenti registrati (Alessandro.fe, Ang8777, testadiquarzo, giorgio ligorini, geo80), 54 Guests and 3 Spiders online.
Key: Admin, Global Mod, Mod
Top Posters (30 Days)
mccoy 10
AD70 3
GeoConsultancy 2
STRESS 2
Fiorenzo Mattiac 2
Sponsor
GeoFoto
Che cosa sono?
Mi serve una mano per identificare alcuni minerali
Che cosa è un fossile?
Potrebbe essere un cratere di un meteorite?
Sponsor
Sponsor
Opzioni Topic
Vota Questo Topic
#145147 - 14/02/2019 17:05 Fattore di Amplificazione - Risposta sismica locale
pisolo Offline
Junior Member

Registered: 14/02/2019
Post: 4
Salve,
un quesito in merito allo studio di risposta sismica locale.
Devo progettare un edifico in c.a. su un sito sottoposto a studi di microzonazione sismica di terzo livello
In funzione della velocità delle onde di taglio, il suolo è stato individuato come appartenente alla categoria "C".
Nella relazione geologica inoltre, a seguito dello studio di RSL viene fornito il valore del fattore di amplificazione FA=1,80.
Non vengono però indicati i parametri di pericolosità sismica e quindi lo spettro di risposta derivante dallo studio di RSL.
A questo punto mi chiedo: volendo considerare gli effetti dell'amplificazione locale derivanti dallo studio di RSL, cosa me ne faccio del solo fattore di amplificazione FA? Il geologo non avrebbe dovuto fornirmi anche lo spettro di risposta normalizzato derivante dall RSL?
Il fattore FA=1.8 è riferito al bedrock o alla categoria "C" rilevata sul sito?
Grazie

Top
#145158 - 19/02/2019 11:20 Re: Fattore di Amplificazione - Risposta sismica locale [Re: pisolo]
AD70 Offline
Member

Registered: 09/12/2009
Post: 910
Loc: Lazio
Per poter comprendere meglio:
la relazione geologica riguarda uno studio di RSL o uno studio di livello 3 o 2 di microzonazione?

Originariamente inviato da: pisolo
A questo punto mi chiedo: volendo considerare gli effetti dell'amplificazione locale derivanti dallo studio di RSL, cosa me ne faccio del solo fattore di amplificazione FA?
Non ci fai nulla (forse in alcune regioni, per zone sottoposte al livello 3 o 2, serve come discriminate per consentire o meno l'utilizzo dell'approccio semplificato; comunque credo che FA sia ormai un rapporto un po’ obsoleto visto che presenta una elevata dipendenza dall'input sismico)

Originariamente inviato da: pisolo
Il geologo non avrebbe dovuto fornirmi anche lo spettro di risposta normalizzato derivante dall RSL?
A parte le competenze dei professionisti....chi esegue lo studio di RSL dovrebbe restituire lo spettro in output senza nessun adattamento alla forma dello spettro di norma poiché tale adattamento è semplicemente una necessita di alcuni software per le verifiche strutturali (NB tale processo può condurre ad una sovrastima o sottostima dell’azione sismica); l’adattamento, se proprio richiesto dal software, dovrebbe essere strettamente connesso ai periodi T propri della struttura.


Originariamente inviato da: pisolo
Il fattore FA=1.8 è riferito al bedrock o alla categoria "C" rilevata sul sito?
Grazie
Il fattore di amplificazione è il rapporto tra output ed input (a diversi T), non è direttamente correlato alla categoria di sottosuolo e non presenta valore costante al variare dello stato limite (all'aumentare di Tr tende generalmente a diminuire).
_________________________
La Luna piena minchionò la Lucciola - Sarà l'effetto dell'economia,
ma quel lume che porti è deboluccio... - Sì, - disse quella - ma la luce è mia! (Trilussa)

Top
#145166 - 19/02/2019 21:38 Re: Fattore di Amplificazione - Risposta sismica locale [Re: pisolo]
mccoy Offline

M
Member
****

Registered: 22/03/2004
Post: 8083
Se lo studio è finalizzato alla progettazione di edifici sicuramente il geologo deve produrre degli spettri di risposta elastici di output da utilizzare come input per l'analisi modale, a meno di diverse richieste del progettista. SLV, SLD, SLO se richiesto dalla normativa, SLC nei casi pertinenti.

La normalizzazione dello spettro e il confronto con gli spettri di MZS3 secondo l'Ordinanza 55/2018 spetta esplicitamente al progettista.

Il geologo se vuole normalizzare ex Ordinanza 55/2018 o lo fa come favore, o deve essere renumerato.

Se si parla della normalizzazione come semplice best fit dello spettro di RSL, anche in questo caso si tratta di un favore.
_________________________

"Data speak for themselves" -Reverend Thomas Bayes 1702-1761
P(Ai|E)=(P(E|Ai)P(Ai))/P(E)

Top
#145177 - 21/02/2019 11:31 Re: Fattore di Amplificazione - Risposta sismica locale [Re: mccoy]
pisolo Offline
Junior Member

Registered: 14/02/2019
Post: 4
Innanzitutto vi ringrazio per il supporto ed approfitto per approfondire il discorso..

1) Si, lo studio è finalizzato alla progettazione strutturale di un nuovo edificio in c.a.
2) Sulla geologica non ho trovato riferimenti in merito ma consultando le carte MOPS della Regione ho riscontrato che il sito ricade in zona con microzonazione sismica (zone stabili suscettibili di amplificazioni locali).
3) il geologo sostiene che il fattore FA=1.8 (che ho trovato anche sulla MOPS) si da ritenere sostitutivo del fattore di amplificazione dello spettro F0 (che a me francamente sembra strano)

Quindi mi chiedo:
1) Che differenza c'è fra livello 1,2 e 3 di microzonazione? ma soprattutto cosa cambia in termini di indagini/risultati?
2) Possibile che FA sia sostitutivo del fattore di amplificazione dello spettro F0
3) Come capisco se la microzonazione è di 1°,2° o 3° livello? Sulle carte della Regione non è specificato.
4)Quando il geologo è obbligato ad eseguire uno studio di RSL?

Vi ringrazio anticipatamente

Top
#145178 - 21/02/2019 11:32 Re: Fattore di Amplificazione - Risposta sismica locale [Re: AD70]
pisolo Offline
Junior Member

Registered: 14/02/2019
Post: 4
Innanzitutto vi ringrazio per il supporto ed approfitto per approfondire il discorso..

1) Si, lo studio è finalizzato alla progettazione strutturale di un nuovo edificio in c.a.
2) Sulla geologica non ho trovato riferimenti in merito ma consultando le carte MOPS della Regione ho riscontrato che il sito ricade in zona con microzonazione sismica (zone stabili suscettibili di amplificazioni locali).
3) il geologo sostiene che il fattore FA=1.8 (che ho trovato anche sulla MOPS) si da ritenere sostitutivo del fattore di amplificazione dello spettro F0 (che a me francamente sembra strano)

Quindi mi chiedo:
1) Che differenza c'è fra livello 1,2 e 3 di microzonazione? ma soprattutto cosa cambia in termini di indagini?
2) Possibile che FA sia sostitutivo del fattore di amplificazione dello spettro F0
3) Come capisco se la microzonazione è di 1°,2° o 3° livello? Sulle carte della Regione non è specificato.
4)Quando il geologo è obbligato ad eseguire uno studio di RSL?

Vi ringrazio anticipatamente

Top
#145182 - 21/02/2019 17:51 Re: Fattore di Amplificazione - Risposta sismica locale [Re: pisolo]
AD70 Offline
Member

Registered: 09/12/2009
Post: 910
Loc: Lazio
Originariamente inviato da: pisolo
Quindi mi chiedo:
1) Che differenza c'è fra livello 1,2 e 3 di microzonazione? ma soprattutto cosa cambia in termini di indagini?
3) Come capisco se la microzonazione è di 1°,2° o 3° livello? Sulle carte della Regione non è specificato.

La microzonazione serve per la programmazione territoriale e non ha alcuna finalità progettuale.
I vari livelli sono approfondimenti successivi di studio (livello 1 qualitativo, 2 semiquantitativo, 3 quantitativo), generalmente all'aumentare del livello di approfondimento la superficie coinvolta dagli studi diminuisce (es. Livello 1 territorio comunale, livello 2 area oggetto di variante, livello 3 aree oggetto di variante in cui sono emerse problematiche o zone suscettibili di instabilità), ecc...

l'argomento è molto vasto, per approfondirlo:

http://www.protezionecivile.gov.it/jcms/it/microzonazione.wp;jsessionid=65580B3C60CE597B615C6D122A45F05A.worker3

http://www.protezionecivile.gov.it/jcms/it/view_pub.wp;jsessionid=65580B3C60CE597B615C6D122A45F05A.worker3?contentId=PUB1137

http://www.protezionecivile.gov.it/resources/cms/documents/StandardMS_4_0b.pdf

a questi devi aggiungere alcuni aggiornamenti e le varie DGR delle regioni
_________________________
La Luna piena minchionò la Lucciola - Sarà l'effetto dell'economia,
ma quel lume che porti è deboluccio... - Sì, - disse quella - ma la luce è mia! (Trilussa)

Top
#145183 - 21/02/2019 18:01 Re: Fattore di Amplificazione - Risposta sismica locale [Re: pisolo]
AD70 Offline
Member

Registered: 09/12/2009
Post: 910
Loc: Lazio
Originariamente inviato da: pisolo
2) Possibile che FA sia sostitutivo del fattore di amplificazione dello spettro F0

No, F0 è un fattore di amplificazione che, se non ricordo male, serve a garantire congruità tra le forme spettrali NTC e quelle derivanti dalla pericolosità sismica, inoltre è riferito a terreno rigido, ha un valore minimo uguale a 2.2 e varia per ogni nodo del reticolo di riferimento. In questo quadro non mi pare possa essere associato a fenomeni di amplificazione connessi alla stratigrafia ed alla topografia.
_________________________
La Luna piena minchionò la Lucciola - Sarà l'effetto dell'economia,
ma quel lume che porti è deboluccio... - Sì, - disse quella - ma la luce è mia! (Trilussa)

Top
#145184 - 21/02/2019 18:04 Re: Fattore di Amplificazione - Risposta sismica locale [Re: pisolo]
AD70 Offline
Member

Registered: 09/12/2009
Post: 910
Loc: Lazio
Originariamente inviato da: pisolo
4)Quando il geologo è obbligato ad eseguire uno studio di RSL?

Chi si occupa della definizione dell’azione sismica dovrebbe valutarla attraverso studi di RSL, la norma però offre una via di fuga da tali studi indicando la possibilità di adottare l’approccio semplificato. Quest’ultimo è ammesso solo per condizioni stratigrafiche e morfologiche riconducibili ad un modello monodimensionale e per profili sismici riconducibili alle categorie di sottosuolo.
In questo quadro secondo NTC la RSL non si può omettere quando:
- il profilo sismico include inversioni di velocità
- sono presenti morfologie sepolte che non consentono di definire un modello monodimensionale
- condizioni topografiche complesse non riducibili alle categorie topografiche
- personalmente aggiungerei anche la condizione in cui la successione litologica è caratterizzata da importanti contrasti di impedenza (le NTC08 lo prevedevano le NTC18 no)

inoltre devi considerare i vincoli di alcune norme regionali (es. nel Lazio per le strutture di istruzione e le strutture di classe d’uso IV la RSL è sempre obbligatoria)
_________________________
La Luna piena minchionò la Lucciola - Sarà l'effetto dell'economia,
ma quel lume che porti è deboluccio... - Sì, - disse quella - ma la luce è mia! (Trilussa)

Top
#145192 - 23/02/2019 12:36 Re: Fattore di Amplificazione - Risposta sismica locale [Re: pisolo]
Carlo Caleffi Offline
Member
***

Registered: 13/04/2000
Post: 589
Loc: Marmirolo MN
Originariamente inviato da: pisolo

Quindi mi chiedo:
1) Che differenza c'è fra livello 1,2 e 3 di microzonazione? ma soprattutto cosa cambia in termini di indagini?

Il primo livello serve solo a "raccogliere dati" e si conclude con la "Carta delle Microzone Omogenee in Prospettiva Sismica (MOPS)", in cui si prospettano le diverse situazioni sismostratigrafiche.
Il secondo livello, invece porta a redigere le "Carte di microzonazione" con i fattori di amplificazione che, a seconda delle diverse indicazioni regionali, possono essere 3 o 4. Per l'Emilia Romagna, ad esempio si fanno:
Fa PGA
FaIS 0.1-0.5s
FaIS 0.5-1.0s
FaIS 0.5-1.5s

Nel secondo livello i fattori di amplificazione vengono stimati sulla base di abachi forniti dalle regioni (o dalla PC) per diverse situazioni stratigrafiche. non si fà la RSL.
Fa PGA è ovviamente la carta che contiene il fattore di amplificazione della PGA
FaIS è derivato dal rapporto di intensità di Housner nei periodi di intervallo indicati. In pratica è il rapporto (integrale) tra lo spettro elastico in velocità di suolo rigido e lo spettro in velocità per quel particolare tipo di terreno
Il terzo livello ottiene gli stessi risultati del secondo in termini di cartografia, ma si fa la RSL sulla base di indagini appositamente eseguite e i fattori di amplificazione si calcolano sugli spettri di output della RSL

Originariamente inviato da: pisolo

Quindi mi chiedo:
2) Possibile che FA sia sostitutivo del fattore di amplificazione dello spettro F0

alla luce di quanto illustrato sopra OVVIAMENTE NO è una bestialità!!!

Originariamente inviato da: pisolo

Quindi mi chiedo:
Come capisco se la microzonazione è di 1°,2° o 3° livello? Sulle carte della Regione non è specificato.

Strano, dovrebbe esserci, ma in ogni caso è sicuramente spiegato nella relazione illustrativa: se hanno usato gli abachi è 2° livello, se hanno fatto RSL è 3° livello

Originariamente inviato da: pisolo

Quindi mi chiedo:
4)Quando il geologo è obbligato ad eseguire uno studio di RSL?

Su questo ti hanno già risposto. Posso solo aggiungere che dovrebbe essere un'indicazione che emerge dagli studi di microzonazione

Top
#145199 - 27/02/2019 15:27 Re: Fattore di Amplificazione - Risposta sismica locale [Re: sekodilemoseo]
pisolo Offline
Junior Member

Registered: 14/02/2019
Post: 4
Mi pare di capire che l'argomento è abbastanza vasto e complesso ma almeno ora mi sono fatto un'idea. Grazie e buon lavoro a tutti.

Top

Moderatore:  mccoy 
Pubblicità
Ultimi Post
Cerco fucile sismico tipo ISOTTA o similare anche a noleggio
by geo2000
Oggi alle 18:30
Consiglio fondazione villetta in riva al mare
by massimo trossero
Oggi alle 17:14
Laboratorio di RSL-NL
by mccoy
Ieri alle 22:52
Cercasi Geologo per Cantiere a Milano
by GIA Consulting
Ieri alle 12:00
STRUMENTAZIONE M.A.E. Stazione a microtremori Sensore 4Hz
by mc6505
Ieri alle 11:41
Strata con m/sec^2, disponibili sorgenti
by mccoy
11/07/2020 10:05
Perforatore pozzi per acqua per progetto di volontariato (!)
by blizzard
11/07/2020 07:53
Statistiche Forum
17121 Utenti
36 Forums
19970 Topics
145234 Posts

Max Online: 1780 @ 08/04/2009 23:01
Nuove Registrazioni
rosa_ro, irenes95, Stefano Nava, NiltonBarbieriFr, Gian15
17120 Utenti Registrati
Sponsor

www.geologi.it bar-2
bar-3

Per domande o commenti su questo sito Web info@geologi.it