Filo diretto con i geologi italiani    
 
Non sei ancora iscritto ?
oggi è il compleanno di:
AndGag (32), ELISAFALANGA (38), Rughella (39), Tessi (43), VRavot (51)
Chi è Online
2 utenti registrati (petrazoeppritz, Evagelos), 365 Guests and 4 Spiders online.
Key: Admin, Global Mod, Mod
Top Posters (30 Days)
StefanoGIS 7
Giovanni Bellott 5
GeofranzDesio 3
Prevalenza 3
anticlinale 3
Sponsor
GeoFoto
Che cosa è un fossile?
Potrebbe essere un cratere di un meteorite?
Che roccia è?
Di cosa si tratta?
Sponsor
Sponsor
Opzioni Topic
Vota Questo Topic
#145754 - 11/09/2019 16:53 Acque di perforazione= acque reflue industriali?
Prevalenza Offline
Junior Member

Registered: 15/02/2018
Post: 6
Buongiorno.
Se eseguite un carotaggio geognostico, in calcestruzzo o roccia, in sito non soggetto a bonifica, le acque che risalgono dalla perforazione, come li considerate? Mi è mai sorto il dubbio di doverle raccogliere e trattarle? GRazie

Top
#145755 - 12/09/2019 08:43 Re: Acque di perforazione= acque reflue industriali? [Re: Prevalenza]
anticlinale Offline
Member
****

Registered: 24/02/2003
Post: 931
Loc: Pianeta Terra - Via Lattea est...
Originariamente inviato da: Prevalenza
Buongiorno.
Se eseguite un carotaggio geognostico, in calcestruzzo o roccia, in sito non soggetto a bonifica, le acque che risalgono dalla perforazione, come li considerate? Mi è mai sorto il dubbio di doverle raccogliere e trattarle? GRazie


è fuori di dubbio che se affiorassero in esubero formando impaludamenti, oppure questi esuberi/impaludamenti venissero fatti defluire in fossi o scoline il rischio di beccarsi una denuncia per abbandono di rifiuti -in questo caso rifiuti liquidi- è abbastanza alto.

ricordiamoci sempre che dal punto di vista della normativa ambientale la nozione di "acque reflue" è collegata al concetto di scarico, cioè per configurarsi uno "scarico" deve esserci un "sistema stabile di collettamento che collega senza soluzione di continuità il ciclo di produzione del refluo con il corpo ricettore in acque superficiali, sul suolo, nel sottosuolo e in rete fognaria, indipendentemente dalla loro natura inquinante" (articolo 74 comma 1 lettera ff D.Lgs 152/06)

nel caso in questione è evidente che non ci sono sistemi di collettamento quali tubazioni o condotte, quindi siamo fuori dal campo degli scarichi e si rientra in quello dei rifiuti.

Ora, nel caso di abbandono di rifiuti, secondo la definizione di questi ultimi non rileva il fatto che la sostanza o l'oggetto di cui il detentore "si disfi o abbia l’intenzione o abbia l'obbligo di disfarsi" (art. 183 comma 1 lettera a) non rappresenti una minaccia per l'ambiente o per la salute, ma il puro e semplice atto dell'abbandono: paradossalmente anche se mi liberassi di beni che hanno ancora un valore sarei perseguibile allo stesso modo, questo per dire che se anche i fluidi di perforazione possiedono una pericolosità per l'ambiente piuttosto bassa (parliamone comunque..... una volta era solo acqua e argilla ma oggi nessuno sa cosa accidenti ci mettono dentro) se si lasciano andare in giro sempre rifiuti sono.
Poi è altrettanto indubbio che se si è fortunati e se i controlli vengono fatti due-tre settimane o più dalla perforazione ci sono buone possibilità di cavarsela per evaporazione o dispersione del "rifiuto" abbandonato.

Ma se non si vogliono correre rischi, consiglio di evitare di ripompare nei buchi i fanghi in esubero, o lasciarli impantanati in cantiere, o disperderli in altro modo: si rischia una denuncia art. 192 comma 1 o comma 2, sanzionata dall'articolo 256 comma 2 del DLgs 152/2006 -> pena dell'arresto da tre mesi a un anno o con l'ammenda da 2.600 euro a 26.000 euro se si tratta di rifiuti non pericolosi reato oggi sanzionato amministrativamente con sanzione del doppio del minimo quindi 5200 euro, il processo scatta solo se non si paga la multa o non si rispettano le prescrizioni che rilascia l'Arpa o altro organo di controllo....


Quindi, perchè rischiare?


Edited by anticlinale (12/09/2019 08:46)
_________________________
..

Top
#145762 - 14/09/2019 15:29 Re: Acque di perforazione= acque reflue industriali? [Re: anticlinale]
GeofranzDesio Offline
Member

Registered: 26/07/2005
Post: 682
Loc: Desio, Monza e Brianza, Lombar...
concordo con anticlinale

Top
#145796 - 20/09/2019 17:00 Re: Acque di perforazione= acque reflue industriali? [Re: GeofranzDesio]
Prevalenza Offline
Junior Member

Registered: 15/02/2018
Post: 6
Grazie, quindi voi, ai vostri clienti, indicate nella specifica , di raccoglierle e smaltirle? Anche se siete sicuri che non vengono utilizzati additivi?

Top

Moderatore:  Massimo Della Schiava 
Pubblicità
Ultimi Post
Conversione Shape
by StefanoGIS
20/10/2019 10:52
Cercasi collaboratore
by Peppino Cavallo
18/10/2019 20:06
L'APC
by mijasimo
17/10/2019 16:42
Cercasi Tecnico GIS
by GIA Consulting
17/10/2019 08:43
VENDO DPSH-STATICO 200Kn
by STRESS
16/10/2019 22:15
Vendesi SISMICA MAE
by SIA Servizi
16/10/2019 17:40
Geopsy
by Ale8587
16/10/2019 17:12
Statistiche Forum
16886 Utenti
36 Forums
19738 Topics
144474 Posts

Max Online: 1780 @ 08/04/2009 23:01
Nuove Registrazioni
theolo77, Domenico Falsett, MSI, masel, Ing Dexx
16886 Utenti Registrati
Sponsor

www.geologi.it bar-2
bar-3

Per domande o commenti su questo sito Web info@geologi.it