Salve a tutti, stiamo redigendo un piano di gestione delle terre per un progetto che prevede circa 5 milioni di mc di smarino; terre miste a calcestruzzo e vetroresina. In seguito i materiali verranno separati e le terre analizzate. Nel caso con le analisi non si trovi traccia di inquinanti, queste terre sono ancora da considerarsi TERRE, e quindi riutilizzabili nell'ambito del medesimo progetto? Oppure diventano materia prima seconda non riutilizzabili per ricomposizioni di cave e quindi verde pubblico?
Grazie a chi vorrà risponderci...