Filo diretto con i geologi italiani    
 
Non sei ancora iscritto ?
Compleanni di Oggi
capigi (61), CARLO BONFANTI (47), jessicachicco (40), Lolly85 (39), valeria83 (41)
Chi è Online Ora
1 membri (Ang8777), 169 ospiti, e 4 robot.
Chiave: Admin, Mod Globale, Mod
Top Poster(30 Giorni)
AdrLof 1
Sponsor
GeoFoto
prova
prova
by Egidio Grasso, March 2
richiesta di chiarimento
richiesta di chiarimento
by ChrisChris, October 29
Roccia carsica con strani forme ovali
Roccia carsica con strani forme ovali
by Dario Delbono, September 15
Dall'Abruzzo...
Dall'Abruzzo...
by ChrisChris, September 10
Sponsor
Sponsor
Discussione Precedente
Discussione Successiva
Stampa Discussione
Valuta Discussione
Pagina 2 di 2 1 2
Iscritto: Jan 2007
Posts: 408
G
Member
Offline
Member
G
Iscritto: Jan 2007
Posts: 408
Carlo...non voglio assolutamente polemizzare con te, tra colleghi non esiste, ma non ne sono ancora convinto. Chiederò una delucidazione ufficiale al mio ordine. E' una cosa importante!

Iscritto: Jan 2007
Posts: 408
G
Member
Offline
Member
G
Iscritto: Jan 2007
Posts: 408
Carlo, leggo che l'all. 15 di cui parli è stato sostituito dall'allegato 6 della DGR 6738/2017. Ma non parla delle figura preposta allo studio dell'invarianza. Forse ho letto male

Iscritto: Apr 2000
Posts: 626
C
Member
***
Offline
Member
***
C
Iscritto: Apr 2000
Posts: 626
Originariamente inviato da: geodario
Carlo, leggo che l'all. 15 di cui parli è stato sostituito dall'allegato 6 della DGR 6738/2017. Ma non parla delle figura preposta allo studio dell'invarianza. Forse ho letto male

Nessuna polemica, figurati! e' corretto quello che scrivi, e cioè che l'allegato 15 è stato sostituito dall'allegato 6, ma la sostanza è la stessa: le verifiche idrauliche di cui all'allegato 4 della 2616/2011 le fa l'ing.
Riporto testualmente quanto scritto nell'allegato 4:
Gli studi di supporto alle valutazioni idrauliche di cui sopra devono essere sviluppati da un ingegnere abilitato di riconosciuta esperienza e capacità nella esecuzione di stime idrologiche, calcoli idraulici e mappatura delle aree a rischio, anche mediante utilizzo di codici di calcolo per l’idraulica fluviale.
E' evidente che quanto scritto è riferito alle verifiche per le problematiche di rischio alluvionale (a cui l'allegato 4 fa riferimento) e non all'invarianza idraulica e idrologica, ma visto che le elaborazioni sono sostanzialmente le stesse, mi pare non ci siano dubbi sulla competenza in materia, ovviamente secondo la Regione Lombardia.

Iscritto: Sep 2010
Posts: 59
B
Member
Offline
Member
B
Iscritto: Sep 2010
Posts: 59
Tutto chiaro, grazie.
Vi chiedo un ulteriore chiarimento se possibile:
1) Secondo la gerarchia delle norme, la Sentenza del Consiglio di Stato o i pareri/circolari del CNG non sono a livello "superiore" delle delibere regionali citate?
2) La valutazione del rischio idraulico o di allagabilità di aree per cui l'All. 4 non deve/può essere applicato (NON fasce A, B,Bpr, NON Zone I, ecc)può essere fatta anche dal geologo, non essendo necessarie verifiche idrauliche di specifica competenza ingegneristica?
3) Lo studio comunale di gestione del rischio idraulico, art. 14.7, è anche di nostra competenza?
4) Ed il dimensionamento di vasche di dispersione, pozzi perdenti ecc.?
Grazie

Iscritto: Apr 2000
Posts: 626
C
Member
***
Offline
Member
***
C
Iscritto: Apr 2000
Posts: 626
Originariamente inviato da: borlotz
Tutto chiaro, grazie.
Vi chiedo un ulteriore chiarimento se possibile:
1) Secondo la gerarchia delle norme, la Sentenza del Consiglio di Stato o i pareri/circolari del CNG non sono a livello "superiore" delle delibere regionali citate?

La sentenza del CdS sicuramente, i pareri del CNG no di sicuro.
Ma il vero problema è che finchè la Regione rifiuta un documento se non è firmato da un Ing. tu sei costretto a ricorrere contro tale rifiuto, ovviamente esponendoti a tempi eterni per la conclusione del tuo lavoro.
Ti garantisco che l'OGL sta facendo un ottimo lavoro con la regione a tutela del lavoro dei geologi (vedi norme sul deposito sismico), ma in questo campo non ci sono spazi di manovra...

Originariamente inviato da: borlotz

2) La valutazione del rischio idraulico o di allagabilità di aree per cui l'All. 4 non deve/può essere applicato (NON fasce A, B,Bpr, NON Zone I, ecc)può essere fatta anche dal geologo, non essendo necessarie verifiche idrauliche di specifica competenza ingegneristica?

Esatto. quando le modifiche discendono da "aggiustamenti" morfologici, o in atri casi particolari, se non è richiesta la verifica idraulica, il geologo redige la carta PAI-PGRA senza l'ausilio dell'Ing.


Originariamente inviato da: borlotz

3) Lo studio comunale di gestione del rischio idraulico, art. 14.7, è anche di nostra competenza?

per quel che riguarda le potenzialità di dispersione sul suolo o nel sottosuolo sicuramente si.
Però, da come la vedo io, deve essere un lavoro fatto a 4 mani con un ing.


Originariamente inviato da: borlotz

4) Ed il dimensionamento di vasche di dispersione, pozzi perdenti ecc.?

anche in questo caso può essere un lavoro a 4 mani, visto che il geologo ha sicuramente competenza sul calcolo dell'infiltrazione, ma non sul calcolo dei volumi afferenti alle vasche.

Iscritto: May 2012
Posts: 18
A
Junior Member
Offline
Junior Member
A
Iscritto: May 2012
Posts: 18
Con DGR Veneto in prima battuta era stato indicato l'ingegnere idraulico per redigere studi e valutazioni di compatibilità idraulica ai fini dell'invarianza idraulica delle trasformazioni urbanistiche.
Dopodiché l'Ordine ha fatto ricorso e il TAR (a memoria intorno al 2007) che ha indicato che anche il geologo può fare le verifiche di mpatibilità idraulica.
La regione ha poi modificato la DGR inserendo anche il geologo.
Ottimo lavoro dell'Ordine del Veneto...se dalla Lombardia contattate il Veneto forse si riesce a fare azione comune.

ciao

Iscritto: Sep 2010
Posts: 59
B
Member
Offline
Member
B
Iscritto: Sep 2010
Posts: 59
Ringrazio.
Saluti

Iscritto: Oct 2000
Posts: 3,941
M
Member
***
Offline
Member
***
M
Iscritto: Oct 2000
Posts: 3,941
La decisione è al limite pertinente alla citata dgr lombarda e non al mondo...

In linea di massima vedo in giro molte relazioni che sono state accettate da enti superiori redatte da geologi.

IO ricordo che sarebbe opportuno evitare di verificare ponti o manufatti e caso mai valutare corsi d'acqua naturali.


"Prosunt omnia quae obstant"
http://trossero.blogspot.it/
Iscritto: Mar 2005
Posts: 49
T
Member
*
Offline
Member
*
T
Iscritto: Mar 2005
Posts: 49
ritengo che, in merito alla competenza del geologo nel campo dell'idraulica, possa essere utile i chiarimenti del CNG del 2012 rif. P/CR.c/4754 che cita tutte le passate leggi (che brevemente elenco senza discuterle per mancanza di tempo) le quali confermano la competenza del geologo:

art. 3 lettera d legge 112/1963
art. 41 e 42 DPR 328/2001
art. 26 lettera b DPR 207/2010
poi cita la sentenza del TAR Veneto sezione prima n. 1500 del 2007 e successiva n. 938 del 2008, ribadita dal Consiglio di Stato sezione quinta n. 5013 del 2009


Chi fa da se, fa per tre!
Pagina 2 di 2 1 2

Link Copiato negli Appunti
Ultimi Post
Fucile sismico tipo Isotta
by Morpheus - 12/04/2024 14:33
Sonda inclinometrica
by GeolPeppe - 10/04/2024 17:40
Vendo PENETROMETRO PAGANI TG63 - 100
by Andrea Pozzi - 09/04/2024 11:38
Ricerca geologo per vendita prodotti per la geotermia
by Pancera Tubi - 02/04/2024 12:35
Strumentazione sismica Sara Instruments
by Francesco G - 02/04/2024 11:03
geologo rocciatore offresi
by AdrLof - 02/04/2024 07:24
Problemi su nuovo pozzo
by geovito - 28/03/2024 08:35
Statistiche del Forum
Forum36
Discussioni20,783
Post146,927
Membri17,854
Massimo Online1,780
Apr 8th, 2009
Nuovi Membri
CristianoCarabel, Francesco A., jacopoc86, Pancera Tubi, Silvia Messina
17,853 Utenti Registrati
Sponsor
www.geologi.it bar-2
bar-3

Per domande o commenti su questo sito Web info@geologi.it

Powered by UBB.threads™ PHP Forum Software 7.7.5
(Release build 20201027)
Responsive Width:

PHP: 7.4.33 Page Time: 0.013s Queries: 34 (0.005s) Memory: 2.9910 MB (Peak: 3.2529 MB) Data Comp: Off Server Time: 2024-04-16 19:41:17 UTC
Valid HTML 5 and Valid CSS