Filo diretto con i geologi italiani    
 
Non sei ancora iscritto ?
Today's Birthdays
There are no members with birthdays on this day.
Who's Online Now
1 members (Marcello Olivito), 449 guests, and 10 robots.
Key: Admin, Global Mod, Mod
Top Posters(30 Days)
antrea 2
Sponsor
GeoFoto
Riconoscimento rocce dalla Val Formazza
richiesta di chiarimento
richiesta di chiarimento
by ChrisChris, October 29
Roccia carsica con strani forme ovali
Roccia carsica con strani forme ovali
by Dario Delbono, September 15
Dall'Abruzzo...
Dall'Abruzzo...
by ChrisChris, September 10
Sponsor
Sponsor
Previous Thread
Next Thread
Print Thread
Rate Thread
Page 10 of 10 1 2 8 9 10
Joined: Dec 2009
Posts: 952
A
Member
*
Offline
Member
*
A
Joined: Dec 2009
Posts: 952
Non saprei! E' che in linea di massima il §6.3.4 (margine di sicurezza ritenuto accettabile dal progettista) si lega abbastanza bene con il C6.3.5, mentre il §7.11.3.5 per la stabilità dei pendii sembra chiudere tutte le porte a FS<1 .


La Luna piena minchionò la Lucciola - Sarà l'effetto dell'economia,
ma quel lume che porti è deboluccio... - Sì, - disse quella - ma la luce è mia! (Trilussa)
Joined: Apr 2000
Posts: 626
C
Member
***
Offline
Member
***
C
Joined: Apr 2000
Posts: 626
Originariamente inviato da: AD70
Non saprei! E' che in linea di massima il §6.3.4 (margine di sicurezza ritenuto accettabile dal progettista) si lega abbastanza bene con il C6.3.5, mentre il §7.11.3.5 per la stabilità dei pendii sembra chiudere tutte le porte a FS<1 .


Se la tua interpretazione fosse corretta non si potrebbe più fare una strada in montagna! A mio avviso è evidente che il legislatore ha contemplato la possibilità che un'opera possa essere realizzata in corrispondenza di un dissesto che non si può arrestare, ponendo due condizioni:
- che vengano realizzate opere che mitigano/riducono il rischio
- che la stabilità "locale" indotta dalla nuova opera sia comunque garantita

Joined: Dec 2009
Posts: 952
A
Member
*
Offline
Member
*
A
Joined: Dec 2009
Posts: 952
Si, naturalmente è una lettura logica e condivisibile....... ma non credo così evidente; le contraddizioni C6.3.5-§7.11.3.5 (forse sottovalutate dal legislatore) andrebbero evitate in una norma tecnica. Il rischio è quello di sovraesporre i progettisti a contenziosi.


La Luna piena minchionò la Lucciola - Sarà l'effetto dell'economia,
ma quel lume che porti è deboluccio... - Sì, - disse quella - ma la luce è mia! (Trilussa)
Joined: Mar 2004
Posts: 8,135
mccoy Offline OP
M
Member
****
OP Offline
M
Member
****
Joined: Mar 2004
Posts: 8,135
Originariamente inviato da: Vorlicek
Temo che risposta sia scontata...non lo inseguono, lo abbattono, poi forse si domandano chi era..
Comunque portare un mortaio da 120mm (tre pezzi) in spalla su e giù per le dolomiti non è mica da meno (non dimenticando il resto dell'equipaggiamento, incluso il FAL truppe alpine....)


Scusate l'OT, ma Ah ah, sì, quello che governa non è la velocità delle persone, ma quella dei proiettili!

E sono d'accordo con la prodezza degli alpini, ma ricordiamo che in Irak oltre ai mortai e alla dotazione regolare le truppe USA portavano addosso il carapace di ceramica, che non pesa poco, e d'estate forse ne ha ammazzati più il caldo che il fuoco nemico...


"Data speak for themselves" -Reverend Thomas Bayes 1702-1761
P(Ai|E)=(P(E|Ai)P(Ai))/P(E)
Joined: Mar 2004
Posts: 8,135
mccoy Offline OP
M
Member
****
OP Offline
M
Member
****
Joined: Mar 2004
Posts: 8,135
Circa i casi con FS<1 rimango perplesso, come è possibile blindarsi in queste condizioni?

Forse soltanto eseguendo un'analisi di vulnerabilità, dimostrando che il dissesto non causerebbe perdite di vite umane (ma come si fa ad esserne sicuri?).

Un'analisi probabilistica, ma senza la soglia di probabilità???

Personalmente, mi esporrei solo per strutture non abitate. Allora andiamo un pò meglio, anche se la frana, per colmo di iella, può sempre interessare la strada quando passano dei mezzi...

confused confused



"Data speak for themselves" -Reverend Thomas Bayes 1702-1761
P(Ai|E)=(P(E|Ai)P(Ai))/P(E)
Joined: Apr 2000
Posts: 626
C
Member
***
Offline
Member
***
C
Joined: Apr 2000
Posts: 626
Originariamente inviato da: mccoy
Personalmente, mi esporrei solo per strutture non abitate.

Si, ovvio. E' vietato edificare su frane attive (almeno in ER)!!!

Joined: Mar 2004
Posts: 8,135
mccoy Offline OP
M
Member
****
OP Offline
M
Member
****
Joined: Mar 2004
Posts: 8,135
Originariamente inviato da: Carlo Caleffi
Originariamente inviato da: mccoy
Personalmente, mi esporrei solo per strutture non abitate.

Si, ovvio. E' vietato edificare su frane attive (almeno in ER)!!!


OK, non essendo specificato nelle NTC08 se le strutture possano essere abitate o meno, stavo avendo seri dubbi sulla applicabilità pratica di questo aspetto...


"Data speak for themselves" -Reverend Thomas Bayes 1702-1761
P(Ai|E)=(P(E|Ai)P(Ai))/P(E)
Joined: Dec 2009
Posts: 952
A
Member
*
Offline
Member
*
A
Joined: Dec 2009
Posts: 952
Si discuteva in passato sull'estensione dell'area del pendio oggetto di verifica di stabilità

da RIEPILOGO: Verifiche di stabilità NTC2018
Originariamente inviato da: mccoy
-Bisogna effettuare la verifica su parte del pendio o sull'intero pendio naturale, dalla cresta al piede? Nel secondo caso cosa succede se il pendio fa parte del versante di una montagna con dislivello di varie centinaia o alcune migliaia di metri? Se la verifica va effettuata su parte del pendio, qual'è il tratto significativo?


in merito, la definizione di ambito geomorfologico significativo data nel C6.3.2 è sufficiente a delimitare il settore che deve essere verificato?

C6.3.2 MODELLAZIONE GEOLOGICA DEL PENDIO
Lo studio geologico di un pendio naturale, finalizzato alla valutazione delle condizioni di stabilità, consiste nella definizione dell’assetto lito-strutturale, geomorfologico e idrogeologico del versante al fine di identificare i meccanismi e i cinematismi di rottura attuali o potenziali, nonché le possibili cause.
Con tali riferimenti viene definito l’ambito geomorfologico significativo che corrisponde a quella porzione di territorio, identificabile cartograficamente sul terreno e delimitabile anche in profondità, nella quale sussistano assetti predisponenti ad una specifica tipologia di movimento franoso ed in cui i processi morfo-evolutivi di versante/fondovalle possano interferire direttamente o indirettamente con l’area d’interesse.
..........



La Luna piena minchionò la Lucciola - Sarà l'effetto dell'economia,
ma quel lume che porti è deboluccio... - Sì, - disse quella - ma la luce è mia! (Trilussa)
Joined: Mar 2004
Posts: 8,135
mccoy Offline OP
M
Member
****
OP Offline
M
Member
****
Joined: Mar 2004
Posts: 8,135
Potrebbe essere un'ottima idea riferirsi ad un altro articolo di normativa, però leggendo bene quella frase 'porzione di territorio...nella quale sussistano aspetti predisponenti ad una specifica tipologia di movimenti franosi...'.

Alla lettera, si tratterebbe di ambito nel quale ci sono effettivamente aspetti predisponenti, per cui l'ambito geomorfologico servirebbe a delimitare l'are in frana o predisposta ad una frana o alle sue conseguenze...


"Data speak for themselves" -Reverend Thomas Bayes 1702-1761
P(Ai|E)=(P(E|Ai)P(Ai))/P(E)
Page 10 of 10 1 2 8 9 10

Moderated by  mccoy 

Link Copied to Clipboard
Ultimi Post
Geofoni
by antrea - 17/02/2024 13:21
K0 coefficiente di spinta a riposo
by davide cornaglia - 17/02/2024 09:03
Strumentazione sismica Sara Instruments
by antrea - 17/02/2024 07:49
Forum Statistics
Forums36
Topics20,763
Posts146,900
Members17,825
Most Online1,780
Apr 8th, 2009
Newest Members
FNo, costa13, Geotech2008, Dani Pozzi Geol., bullino
17,824 Registered Users
Sponsor
www.geologi.it bar-2
bar-3

Per domande o commenti su questo sito Web info@geologi.it

Powered by UBB.threads™ PHP Forum Software 7.7.5
(Release build 20201027)
Responsive Width:

PHP: 7.4.33 Page Time: 0.013s Queries: 33 (0.006s) Memory: 2.9910 MB (Peak: 3.2528 MB) Data Comp: Off Server Time: 2024-02-21 00:47:44 UTC
Valid HTML 5 and Valid CSS